Mortal Kombat: è arrivato Freddy Krueger!

di Marco Commenta

Non ci volevamo credere quando lo abbiamo letto, ma vedendo il teaser online ci siamo accorti che il gioco è sviluppato e, ormai, è realtà: Freddy Krueger è diventato un personaggio di Mortal Kombat. Il mitico personaggio di una delle saghe horror più famose della storia del cinema entra prepotentemente tra i vari Raiden, Johnny Cage e tanti altri.

Ad annunciarlo è stato qualche settimana fa Ed Boon, uno dei responsabili dello sviluppo di Mortal Kombat, che aveva dichiarato di aver trovato l’accordo con la Warner Bros, che detiene i diritti d’immagine sul personaggio inventato da Wes Craven. Solo che da oggi questo sarà disponibile in DLC.

La scelta, come ha spiegato lo stesso Boon, è caduta sul personaggio di Nightmare perché

è quello che si sposa meglio con le atmosfere di Mortal Kombat e con gli altri personaggi delle serie.

Per questo ha passato la “selezione” visto che, per dare un po’ di brio all’ultimo nato in casa NetherRealm Studios, si era deciso di puntare su un personaggio noto come Jason o Michael Myers. Krueger entrerà a far parte di un gruppo di 4 personaggi nella nuova espansione scaricabile (gli altri sono Skarlet, Kenshi e Rain), così come lo conosciamo da sempre, con tanto di cappello, maglione a righe orizzontali e gli immancabili rasoi anche se, e questo forse non piacerà ai fans di Freddy, questi sono posti su entrambe le mani e non su una sola come capita nel film, facendolo somigliare ad un X-Men un po’ bruciacchiato.

Anche l’ambientazione richiama molto i film, con la nenia infantile che apre la presentazione e lo scenario infernale della “casa” del nostro amico degli incubi. Immancabili, infine, le Fatality, 2 per la precisione, create su misura sul suo personaggio. Il DLC è disponibile per Xbox 360 e PlayStation 3 al costo di 400 Mp (per la Xbox) o di 3,95 euro per la Ps, oppure è disponibile il retail a 60 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>