Apre la prima scuola di videogiochi in Italia

di Marco Commenta

Amate talmente tanto i videogiochi che volete farli diventare la vostra professione? Le alternative sono due: imparare ad usare i programmi di computer grafica oppure iscrivervi alla scuola di Carlo Lucarelli per sceneggiatori di videogames. Come abbiamo detto qualche giorno fa a proposito del mercato, il segmento videoludico in Italia è sempre più importante. Il mercato è in crescita e non è più visto come marginale, ma è sempre più presente nella nostra vita quotidiana.

In quest’ottica si inserisce la prima scuola italiana di sceneggiatura per videogiochi, aperta dallo scrittore di gialli e conduttore televisivo Carlo Lucarelli presso la Bottega Finzioni di Bologna. Il prossimo 21 novembre si apriranno le selezioni per cercare di rientrare nei 200 posti disponibili del corso che inizierà a gennaio.

Il corso non si concentrerà solo sui videogiochi, ma in generale sulla narrazione e scrittura per fiction, letteratura, fumetti e tanto altro, ma è chiaro l’indirizzo verso questo mondo in continua evoluzione e sempre più remunerativo. Un progetto su cui lavorerà la Bottega di Lucarelli sarà il secondo capitolo della saga dell’Inquisitore Nicolas Eyemerich, tratto dal romanzo di Valerio Evangelisti, mentre un altro già annunciato sarà il gioco “Contro le mafie“, un RPG ambientato ai giorni nostri in Italia.

Mi sono avvicinato ai videogame, qualche anno fa, da adulto, quasi per caso. Mi appassionano i giochi di strategia e gli sparatutto. Non gioco tutti i giorni ma sono capace di giocare anche un giorno intero. Più giocavo, e più mi rendevo conto che m’interessava vedere come evolveva la storia, cosa sarebbe successo nel livello successivo. I videogiochi sono una forma narrativa a tutti gli effetti. Alla base c’è un lavoro di scrittura, sebbene in Italia ci sia un certo pregiudizio nei loro confronti, lo stesso che c’era verso i fumetti

afferma Lucarelli intervistato dalla Stampa, affermando che lui stesso potrebbe un giorno portare il suo talento in questo mondo, sviluppando la sceneggiatura di qualche videogioco di sicuro successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>