Tearaway, anteprima

di Marco Commenta

PlayStation risponde a Paper Mario e per la PS Vita ha intenzione di realizzare un suo gioco basato su un mondo fatto di carta. Si tratta di Tearaway e a realizzarlo è lo stesso team che si è occupato di LittleBigPlanet, quindi diciamo che le premesse sono positive. Il nostro eroe è un simpatico pupazzetto con la testa a forma di busta per lettere che, com’è facile da immaginare, fa un lavoro molto simile a quello del postino.

L’obiettivo è di portare i messaggi, conservati nella testa del nostro amico, da una parte all’altra del livello. Tutto il gameplay ruota intorno a questo mondo di carta, così i pericoli derivano dai bordi taglienti dei fogli o dalla possibilità di rimanere arrotolati all’interno di una trappola. Il bello (o il brutto a seconda dei gusti) sta nel mondo platform che, seppure a volte può risultare un po’ bambinesco, è comunque divertente e fresco. All’interno di ogni livello ci sono poi delle fasi segrete che riportano un po’ alla mente proprio i giochi di Super Mario. Certo, può risultare un po’ un’idea “riciclata”, ma considerando che Super Mario non arriverà mai sulla PlayStation Vita, il pubblico non se ne accorgerà mai.

A differenza degli altri platform però, Tearaway è un open world, tanto da distaccarsi dal concetto di platform tradizionale (di cui mantiene in pratica solo la grafica), e permette così un gameplay più libero. La fantasia in questo caso si è letteralmente scatenata ed il gioco risulta piacevole e mai banale grazie a trovate intelligenti. Persino il suono è di ottimo livello, non elementare come ci hanno abituato i platform. Sembra molto promettente e potrebbe trasformarsi in una nuova sorpresa per PSVita, in modo da non far sentire LittleBigPlanet troppo solo nell’Olimpo dei giochi di successo per questa console portatile. Ad ogni modo per poterci giocare bisognerà aspettare un bel po’. Al momento infatti non è ancora completo e l’annuncio della data di uscita è lontano dall’essere effettuato. Ci sono comunque speranze di vederlo entro la fine dell’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>