Wii U ha grandi potenzialità, secondo Havok

di Roberto Commenta

La compagnia Havok Inc., autrice dell’omonimo physic engine che muove alcuni tra i videogame più noti gestendo in essi la riproduzione realistica di tutte le leggi fisiche del mondo reale, ha espresso la sua impressione su Nintendo Wii U, l’attesissima nuova arrivata in casa Nintendo che dovrebbe essere presentata al prossimo E3.

Attraverso Dave Gargan, la compagnia ha definito la nuova console dotata di alcune peculiarità uniche all’interno del panorama dei videogames odierni, ed ha ritenuto una bella sfida lavorare su di essa per adattare il suo engine.

La nostra relazione con Nintendo” ha spiegato Gargan, “è iniziata ai tempi di Wii, una piattaforma sulla quale abbiamo dato spinta ad alcuni titoli chiave, come Epic Mickey. Su Nintendo 3Ds, invece, abbiamo già lavorato con Tom Clancy’s Splinter Cell 3D, e con questo avevamo già raggiunto relativamente il limite delle possibilità della console. Per questo, non abbiamo più ricevuto grosse richieste per lavori su Nintendo 3DS.”

Per quanto riguarda invece il passaggio dei lavori su Wii U, Gargan si è detto colpito dalla console: “la piattaforma ha delle caratteristiche peculiari ed uniche, oltre ad alcune difficoltà, ovviamente. Ma, quando arriva sul mercato una nuova piattaforma, bisogna valorizzare ciò che essa ha in più delle altre, e Wii U ha molti vantaggi che altre console non hanno. Noi abbiamo lavorato in maniera tale da ottimizzare proprio queste caratteristiche. Le cose che vedrete venire realizzare su Wii U, non le vedremo mai su altre piattaforme. I giocatori saranno molto molto contenti dei titoli che arriveranno per Nintendo Wii U.”

Non resta che attendere la presentazione ufficiale della console, attesa per l’E3 di Los Angeles il 5 giugno prossimo, alle ore 18 italiane, durante la conferenza Nintendo, che si terrà subito dopo quelle Sony e Microsoft.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>