Castlevania: Lords of Shadow – Mirror of Fate, anteprima

di Marco Commenta

Sono pochissime le saghe che hanno attraversato i decenni senza subire una riduzione del proprio fascino, e tra queste c’è sicuramente quella di Castlevania. Passata attraverso una decina di console diverse, ora sbarca anche sul Nintendo 3DS con Lords of Shadow – Mirror of Fate. Si tratta di un passaggio molto importante, azzarderei a definire storico, dato che esce un po’ dal tradizionale gameplay platform in cui ci si doveva muovere da sinistra a destra dello schermo, e si entra nel magico mondo delle tre dimensioni. Un mondo che però non tutti i fan di lunga data potrebbero apprezzare.

Niente paura però, a parte questa modifica, che ha comunque il suo peso, il gioco non verrà snaturato. Anzi, il modo di giocare risulterà familiare a chi per anni ha collezionato i titoli della serie. La differenza sostanziale è nei controlli, con il D-Pad che renderà più semplice utilizzare le abilità, sfondi e grafica decisamente differenti, di qualità migliore.

L’eroe del gioco precedente, Gabriel Belmont, è diventato il cattivo. Suo nipote Simon è in possesso di un frammento dello Specchio che gli rivela la storia dei suoi antenati. Simon così viaggerà nel tempo impersonando i suoi avi, compreso il figlio di Dracula, rivivendo le storie del passato. Per evitare di allontanarsi troppo dalla tradizione, gli sviluppatori hanno deciso di conferire uno sviluppo della vicenda piuttosto lineare per fare in modo da dargli comunque un’impronta platform anche lì dove normalmente non c’è.

Non mancano gli elementi tradizionali come le abilità sbloccabili e le armi combinabili. La novità risiede nel fatto che mediamente il gioco è più difficile dei precedenti, con gli avversari molto più forti. Dunque scordatevi quelli che si possono uccidere al primo colpo. Di contro però ci saranno molte armi secondarie che aiutano nell’impresa. Rimane un’area di mistero sul resto del gioco, dunque non ci resta che attendere l’uscita sul mercato europeo prevista per il prossimo 8 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>