Dieci videogiochi che non vedremo mai

di Marco Commenta

Si parla tanto dei videogiochi che escono, e forse troppo poco di quelli che non escono. Tantissimi progetti, alcuni anche interessanti, vengono cancellati con gli anni, vuoi per mancanza di budget, problemi legali ed altri motivi. Noi abbiamo provato a raccoglierne una decina, sperando che almeno qualcuno di questi “riveda la luce”.

Gears of War: Exile. Anche se fa parte di una delle serie di maggior successo in assoluto, non è mai stato realizzato. A dir la verità, come specificano dalla casa sviluppatrice, non è mai stato nemmeno annunciato. Ma le indiscrezioni erano trapelate ugualmente. L’impressione è che il gioco non convincesse e che ciò che c’era di buono al suo interno è stato poi riutilizzato per creare Judgment, il nuovo capitolo che uscirà a marzo.

Dead Phoenix. Sarebbe la versione più “matura” di Kid Icarus, presa in consegna da Capcom. Fu prima “declassato” a gioco arcade da far rientrare in una delle solite raccolte della casa nipponica, ma poi sembrava talmente scarso che fu definitivamente abbandonato. Molto più promettente sembrava invece Eight Days, un incrocio tra GTA e la serie tv “24” in quanto si svolgeva in 8 giorni in real time. Poliziesco, sparatutto, inseguimenti e buona grafica. Sembrava un ottima ricetta ma anche se non è mai stato dichiarato cancellato, sono passati 7 anni dal suo annuncio, e più tempo passa e meno possibilità di vederlo ci sono.

Sadness, un titolo che è tutto un programma. Doveva essere un survival horror psicologico per Wii, una novità per la console, ma non è mai stato lanciato. Ora che i giochi per Wii sono stati definitivamente accantonati, possiamo affermare che non lo vedremo mai. Qualche speranza la nutriamo invece per B.C. (in italiano sarebbe “Avanti Cristo”), e si tratterebbe di una simulazione di vita reale ai tempi degli uomini delle caverne. Un’idea di Molyneaux che non è mai stata realizzata, ma si sa che il creativo britannico ogni tanto ripesca qualche gioiello dal passato.

Halo: Chronicles. Trapelato prima dell’uscita di Halo 4, non si capiva dove si sarebbe dovuto collocare. Dopo l’uscita del gioco, e di Spartan Ops però, ufficialmente non se ne parla più. Se sia stato abbandonato o no non lo possiamo affermare con certezza. Rimanendo sulla stessa scia parliamo di Fallout Online, un gioco dal futuro assicurato, bloccato da una noia legale. Anche se il nome può trarre in inganno, non è un gioco del Fallout Universe. Per questo motivo Bethesda ha bloccato tutto e probabilmente non permetterà mai di farlo uscire. Almeno non con quel nome.

Starcraft: Ghost. Doveva essere la versione stealth della saga Starcraft, ma gli sviluppatori si sono letteralmente spaventati dal successo dei concorrenti Black Ops e Resistance e l’hanno momentaneamente bloccato. Hanno dichiarato che lo faranno uscire quando arriverà a quello stesso livello, e a quanto pare nemmeno loro sono sicuri di farcela.

Star Wars: Battlefront 3. Visto il successo dei titoli precedenti era data per scontata l’uscita di questo gioco (mai annunciato), ma 8 anni dopo l’uscita di Battlefront 2 ancora non si hanno novità, ed ora i fans si sono scoraggiati e non ci credono più. Chiudiamo con Mega Man Legends 3/Universe, due giochi diversi ma cancellati entrambi dagli stessi sviluppatori (Capcom) per motivi mai chiariti. Il pubblico si è letteralmente imbufalito, specialmente per quanto riguarda Mega Man Legends 3, sottoscrivendo una petizione online, ma finora non è bastata a convincere gli uomini Capcom a tornare sui propri passi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>