Call of Duty Black Ops II, migliorato il record di vendite dello scorso anno

di Marco Commenta

L’anno scorso ci aveva lasciato tutti a bocca aperta il record di Call of Duty: Modern Warfare 3 che aveva permesso di raggiungere la soglia di un miliardo di dollari incassati in appena 16 giorni, battendo il precedente record che apparteneva al film Avatar. Una soglia che nessun videogioco aveva mai raggiunto. Ebbene, Black Ops II ha fatto meglio. Ha infatti raggiunto, stando ai dati ufficiali, il miliardo di dollari in 15 giorni.

Vengono così smentite le voci che parlavano di un calo nelle vendite del titolo rispetto allo scorso anno, dovute in parte al fatto che la svolta futuristica non era piaciuta ai fans della serie, ed in parte al calo fisiologico delle vendite, molto pesante specialmente in America, di cui anche questo gioco avrebbe pagato le conseguenze.

Ogni release di Call of Duty è stata l’evento più significativo dell’anno nel campo dell’intrattenimento, da sei anni a questa parte

ha dichiarato un raggiante Bobby Kotick, di Activision Blizzard, annunciando questi numeri esaltanti. Non tutti però sono convinti che questo dato corrisponda al vero. Stando ai dati in nostro possesso ad oggi, nei 15 giorni presi in considerazione il titolo ha venduto 11,22 milioni di copie, di cui la metà solo in America. Lo scorso anno nello stesso periodo arrivò a sfiorare le 16 milioni. Forse quest’anno costano di più, non saprei…

Ad ogni modo i numeri sono incoraggianti. Alla fine Modern Warfare 3 ha fatto registrare in un anno 29 milioni e mezzo di copie. Considerando che nei primi 15 giorni Black Ops II ha già raggiunto quasi la metà fa pensare che le vendite possano incrementarsi, considerando anche che stavolta ci sarà un’arma in più, l’uscita sulla Wii U di cui però adesso i dati ancora non sono disponibili visto che è in vendita da appena una settimana. Vi terremo aggiornati per far luce su questa vicenda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>