Microsoft vuole riportare vecchie glorie Activision Blizzard

di pask 3

il CEO di Microsoft Phil Spencer legge la lista delle ip di Activision Blizzard e spera di riportare in vita titoli del suo passato.

È praticamente la notizia più chiacchierata degli ultimi giorni e probabilmente resterà una di quelle più clamorose nell’intera storia del gaming. Microsoft come ormai ben saprete ha acquisito Activision Blizzard. Nel frattempo che le pratiche burocratriche vengano ultimate, perché ormai la notizia è certa, si sono susseguiti un sacco di voci al riguardo che hanno coinvolto persino Sony, i diretti rivali. Mettere insieme tutte le notizie fino ad ora non è semplice ma ci proviamo.

Sony ha subito, dopo la notizia, una perdita di 20 miliardi sul mercato azionario. Insomma un bello scossone che non è stata l’unica preoccupazione dei creatori di Playstation. Infatti tra le altre preoccupazione, soprattutto dei fan, c’è quella dell’eventualità di veder sparire giochi multipiattaforma come Call of Duty, per divenire esclusive Microsoft. Il CEO Phil Spencer ha subito tranquillizato in questo dicendo che titoli come CoD resteranno disponibili anche su playstation. Certo è che piagnucolare da parte di Sony non ce lo aspettavamo, considerando soprattutto il fatto che campa di esclusive e fanboy, ma per fortuna Microsoft sembra aver capito come funziona e sta mettendo a segno ottime mosse.

Phil Spencer si è poi pronunciato sulle vecchie glorie di Activision Blizzard e sembra intenzionato a riportare in auge gli albori del loro neo-acquisto. Sono titoli che hanno fatto parte della sua infanzia ed è entusiasta di potergli dare nuova linfa vitale. Tra i titoli menzionati di Activision spuntano nomi come Hexen (sviluppato da Raven Software che fu acquistata da Activision) uno dei mitici sparatutto sulla scia di Doom e company. Le parole di Spencer sono state “Stavo guardando l’elenco degli IP, voglio dire, andiamo! King’s Quest, Guitar Hero… dovrei saperlo ma penso che abbiano Hexen.” e per menzionare giusto qualche altra IP interessante come non pensare a No One Lives Forever oppure Crash Bandicoot. Anche Blizzard non è da meno perché conta nella lista IP come Overwatch, World of Warcraft, Diablo, Starcraft. Ha aggiunto poi Spencer dopo aver espresso impazienza di poter discutere con tutti i nuovi lavoratori “Speriamo di poter lavorare con loro quando l’accordo si concluderà per assicurarci di avere le risorse per lavorare sui franchise che amo dalla mia infanzia e che i team vogliono davvero ottenere” Infine per quanto riguarda Call of Duty sembra che l’uscita annuale verrà anteposta e quindi non ci sarà più un CoD all’anno, ma con tutte queste prospettive per cui ha mostrato entusiasmo Microsoft è ben lontana dallo spremere solo quel franchise.

FONTE

Commenti (3)

    1. war but only in videogames

  1. Today a reader,tomorrow a leader!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>