Piattaforme online e cataloghi: dall’assortimento di PS Store e Xbox Store alle novità per l’intrattenimento

di Redazione Commenta

La velocità e la costanza nell’aggiornamento sono tutto quando si tratta di attrarre nuovi giocatori per i propri servizi, di qualsiasi settore si tratti: “vince” chi sfrutta meglio le ultime innovazioni tecnologiche e comunicative per ampliare il proprio catalogo, la propria offerta di servizi e i dispositivi tramite i quali utilizzarli.

Giochi da console: la sfida arriva dal mondo del mobile

Ogni giocatore di PlayStation, Xbox e Nintendo Switch lo sa: il momento dell’aggiornamento dei cataloghi e dell’aggiunta delle ultime versioni dei singoli giochi è sempre il più atteso. Sia in Italia che nel mondo i prodotti più famosi e popolari, giocati da utenti ben attenti alle ultime novità, sono disponibili grazie ai negozi online sempre aggiornati come il PlayStation Store della Sony, l’Xbox store della Microsoft e il Nintendo eShop. Queste piattaforme, dotate di cataloghi davvero impressionanti, contengono per lo più giochi storicamente noti come “Tripla A” (o anche “AAA”), veri e propri blockbuster del mondo dei videogiochi. Le cose stanno cambiando: non solo i giochi indipendenti, un tempo appannaggio in esclusiva di store secondari, ora si trovano anche negli store principali, ma al tempo stesso anche gli store dedicati ai dispositivi mobili di Apple e Android stanno avanzando grazie al mondo del mobile e risultano “contaminati” con le versioni mobile di giochi un tempo dedicati esclusivamente alle console (plateale è l’esempio di “Call of Duty”, storico titolo per console e pc, oggi disponibile anche in versione mobile per le principali piattaforme e scaricabile tramite App Store e Google Play Store). E l’attacco ai grandi player del campo non è finito qui: la sfida è stata raccolta anche da Apple e Google, che tramite Apple TV e Google Stadia stanno studiando nuovi modi per rendere più accattivante e innovativa la propria offerta.

L’offerta online dedicata al mondo dell’intrattenimento: piattaforme e giochi da mobile

Quella precedente è una dinamica comune anche a un altro genere di piattaforme, alla costante ricerca di miglioramenti e modi per ampliare la propria offerta e il proprio catalogo: chi sceglie di dedicarsi ad attività di svago online, infatti, non ha a disposizione solamente i videogiochi per passare del tempo in maniera spensierata, visto che la stessa ricchezza e lo stesso assortimento possono essere ritrovati anche in un contesto decisamente diverso, quello dell’intrattenimento. I casinò online e le piattaforme dedicate al gioco, infatti, mettono a disposizione dei propri utenti un catalogo vastissimo e sempre aggiornato con le ultime novità, come dimostra il copioso assortimento di giochi da casinò che è possibile trovare online, in modo da fornire ai giocatori stimoli sempre nuovi e sempre diversi. E non solo: nel caso delle piattaforme più innovative sono disponibili infatti anche le applicazioni dedicate, studiate per spostare il terreno di battaglia ai dispositivi mobili come smartphone e tablet e rendere ancora più appetibile l’offerta e le attività di gioco.

Le piattaforme di streaming video: dai giganti del settore alle realtà secondarie ma innovative

Ovviamente, quello dei videogiochi e quello dell’intrattenimento non sono gli unici due settori in cui è importante mettere a disposizione degli utenti un nutrito catalogo: negli ultimi tempi è proprio l’assortimento dei propri prodotti a fare la differenza tra i tanti servizi di streaming di contenuti video disponibili online. Sia le grandi piattaforme americane come Netflix o Amazon Prime Video che i servizi di distribuzione di film e serie TV nati sul territorio italiano come RaiPlay o Dplay, infatti, forniscono agli utenti registrati l’accesso immediato ai propri cataloghi di film, telefilm e documentari. In alcuni casi si tratta di prodotti distribuiti in esclusiva dalle piattaforme stesse, come ad esempio gli originali Netflix che riscuotono solitamente un grande successo di pubblico, critica e non solo: basti pensare al lungometraggio “Roma” (2018) di Alfonso Cuarón, vincitore del premio Oscar come miglior regista, miglior film straniero e miglior fotografia. In altri contesti invece si tratta di film e serie TV molto amati dal grande pubblico e prodotti in passato da reti televisive tradizionali e trasmessi “semplicemente” in televisione come, “Friends” o “Lost”.

 

La battaglia si gioca perciò a livello di catalogo in vari settori dell’intrattenimento: in molti casi l’adesione dell’utente a un determinato servizio, che si tratti di videogiochi, casinò online o streaming video, dipende proprio dalla disponibilità o meno di certi titoli e dalla fruibilità tramite mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>